GuideNewsCome compilare una Fattura Elettronica | Archivist

2 agosto 2018

Ecco come compilare una fattura elettronica in 6 veloci step.

La fatturazione elettronica tra privati diventerà obbligatoria tra pochissimi mesi secondo la Legge di Bilancio 2018.

Il 1 Gennaio 2019 tutte le Partite IVA dovranno sospendere l’utilizzo della carta e fare uso delle e-Fatture (precisamente file in formato XML) per attestare le operazioni di cessione di beni e/servizi.
In caso contrario, il documento cartaceo risulterà nullo pena la classificazione come “evasore fiscale”. Nel seguente articolo puoi informarti su come adeguare velocemente e precisamente l’ufficio amministrazione in vista dell’entrata in vigore dell’obbligo.

La fatturazione elettronica B2B, quindi, è un processo che si riferisce all’intero ciclo di fatturazione, precisamente si parla di documenti in uscita (attivi) ed in entrata (passivi).
Quest’ultima precisazione evidenzia come anche le partite IVA nel regime dei minimi o forfettari, malgrado l’esclusione dall’obbligo di fatturazione elettronica, siano comunque toccate dal grande cambiamento di inizio 2019 per quanto riguarda la ricezione, cioè il ciclo passivo.

COME COMPILARE UNA FATTURA ELETTRONICA

Il 1 Gennaio 2019, quindi, compilare una fattura elettronica diventerà fondamentale per il tuo lavoro, ma questa procedura richiede necessariamente l’utilizzo di una soluzione specializzata.

Per “fare” una fattura elettronica e compilarla occorre prima di tutto un software che sia dotato della funzione di creazione del file XML.
Mediante il canale di comunicazione accreditato presso il Sistema di Interscambio (SdI), con il servizio si potrà poi trasmettere (e ricevere) la fattura elettronica verso i privati.

Di seguito vengono illustrati i diversi step per effettuare l’inserimento dei dati e la compilazione di una fattura elettronica.
Per mostrare i passaggi, utilizziamo come supporto un software che CREA, INVIA, RICEVE e TRASMETTE le e-Fatture: ArchiSMALL.

1 – INDICA IL DESTINATARIO

Scelta del destinatario per la fattura elettronica.

Puoi registrarne uno nuovo in rubrica “Inserisci Destinatario” specificando la tipologia (Privato, Azienda) e completando l’anagrafica.
Nel caso in cui fossero già presenti utenti, scegli l’utente tra quelli già registrati precedentemente.

2 – SELEZIONA LA TIPOLOGIA DI DOCUMENTO, IL NUMERO, E LA DATA

Scelta del documento fattura elettronica.

Indica la tipologia di documento, in questo caso “Fattura”, inserisci il numero progressivo (consigliamo l’uso di un sezionale per le fatture privati, esempio: 1/PR) ed infine seleziona la data.
Quando si considera emessa una e-Fattura? Ricordiamo che la data di emissione coincide con la data indicata nel file.

3 – COMPILA LA DESCRIZIONE

Compilazione di una fattura elettronica.

Questa sezione ti permette di descrivere la prestazione effettuata inserendo tutti i classici dati che una fattura richiede.

È possibile, al fine di aiutare il destinatario per l’integrazione del ciclo passivo, indicare anche altri dati.

ORDINE: Dati di riferimento dell’ordine inerente ai beni e/o servizi prestati: seleziona la voce, clicca su ” Aggiungi” ed inserisci il “Tipo Documento” dal menu più il numero d’ordine in “ID Documento“.
Puoi aggiungere più di un ordine cliccando su ” Aggiungi” e legare ognuno di essi alle diverse linee di fattura spuntando la casella giusta in “Numero Linea“. Se non viene indicato verrà riferito all’intera fattura.

DDT: Dati di riferimento del DDT inerente alla spedizione dei beni/servizi prestati. Seleziona la voce, clicca su ” Aggiungi” ed inserisci il “Numero DDT”  e la “Data DDT“.
Puoi aggiungere più di un DDT  inerente alla spedizione dei beni/servizi cliccando su ” Aggiungi” e legare ognuno di essi alle diverse linee di fattura spuntando la casella giusta in “Numero Linea“. Se non viene indicato verrà riferito all’intera fattura.

4 – SCEGLI I CAMPI PER LE ATTIVITÀ PREVIDENZIALI

Attività previdenziali in fattura elettronica.

CASSA PREVIDENZIALE: campo da compilare nel caso in cui tu sia tenuto al versamento di contributi alla cassa di categoria e/o all’INPS.
Apri la sezione, segui i suggerimenti per la compilazione: (è possibile inserire più casse previdenzial)  inserire l’Aliquota del Contributo, selezionare l’Aliquota Iva e, se è presente, la ritenuta.

RITENUTA D’ACCONTO: campo da compilare nel caso in cui tu sia soggetto a ritenuta a titolo di acconto o titolo definitivo.

5 – RIEPILOGO

Riepilogo della fattura elettronica.

In questa sezione, oltre che ad un breve riassunto del documento, puoi scegliere l’Esigibilità IVA (scissione, immediata, differita).
Puoi anche indicare se è stato assolto il Bollo Virtuale ai sensi dell’art. 6 del DMEF 17 Giugno 2014.

6 – INSERISCI I DATI FACOLTATIVI

Campi facoltativi fattura elettronica.

Hai la possibilità, al fine di tracciare il pagamento e completare il documento, di completare la sezione “Pagamento con bonifico” e altri “Campi non obbligatori, facoltativi” che sono utili per le informazioni aggiuntive non inseribili in altri campi.

Nel primo caso: seleziona la modalità di pagamento tra “Pagamento con bonifico” o “Pagamento con contanti. Successivamente indica se il pagamento è completo, un anticipo o a rate ed inserisci l’IBAN a cui verrà indirizzato il bonifico. Occorre inoltre indicare la data di scadenza del pagamento.

Ecco fatto! La compilazione della fattura elettronica è terminata.
L’inserimento è semplice ed immediato.
È possibile inserire ulteriori documenti da allegare alla e-Fattura per completezza, ma il documento è compilato e pronto per essere spedito al destinatario tramite il Sistema di Interscambio (SdI).

Se ti interessa approfondire e testare in prima persona la compilazione della fattura elettronica, puoi provare gratuitamente ArchiSMALL!

mm
Dove Siamo

Via Anna Frank, 6/A
Carpi (Modena, Italy)
P.Iva/C.Fisc. 02576660365
REA MO 313450-99
Informativa Privacy e Cookie Policy
Archivist © 2018. Tutti i diritti riservati.