Fattura ElettronicaQuale formato per la conservazione digitale della e-Fattura | Archivist

12 Settembre 2018

Quale formato usare per la conservazione digitale della fattura elettronica

Ecco i formati accettati dall’Agenzia delle Entrate per conservare digitalmente la tua e-Fattura

La conservazione digitale sarà un obbligo di legge connesso direttamente all’uso della fatturazione elettronica nei rapporti commerciali tra privati.

Il processo di conservazione digitale della e-Fattura, oltre ad essere previsto dalla legge, serve per dare valore legale alle fatture.
Il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 23/01/2004 è il riferimento normativo principale in tale ambito.

QUALE FORMATO UTILIZZARE PER LA CONSERVAZIONE DIGITALE DELLE FATTURE ELETTRONICHE?

La fattura elettronica viene emessa solo in XML, infatti essa è ben diversa da una fattura digitale, ma l’utilizzo di questo formato è obbligatorio anche per la conservazione digitale della stessa?

L’Agenzia delle Entrate, nella circolare 13/E del 2 luglio 2018, ha chiarito questo dubbio.

Il formato di conservazione digitale della fattura elettronica potrà essere scelto in base all’organizzazione aziendale di ciascun operatore.

I formati accettati, indicati nel D.P.C.M. 3 dicembre 2013, sono:

  • PDF
  • JPG
  • TXT

Ricordiamo che nei rapporti B2B non serve per forza rivolgersi ad un conservatore accreditato.

Dove Siamo

Via Anna Frank, 6/A
Carpi (MO, Italy)
P.Iva/C.Fisc. 02576660365
REA MO 313450-99
Codice destinatario fatturazione elettronica: 4B4W2O6

Informativa Privacy e Cookie Policy
Archivist © 2019.
Tutti i diritti riservati.