NewsConservazione digitale della PEC. Obbligo di legge | Archivist

19 luglio 20170

Conservazione digitale della PEC. Obbligo di legge

Affinchè la tua Posta Elettronica Certificata abbia valore legale e sia utilizzabile in caso di contenziosi, devi conservare digitalmente la PEC

La Posta Elettronica Certificata è equiparabile ad una raccomandata, ovvero corrispondenza aziendale che il codice civile impone di conservare digitalmente.
La corrispondenza che risulta rilevante per il business, soprattutto i messaggi con contenuto a rilevanza giuridica e commerciale, deve quindi essere conservata per dieci anni (articoli 2214 e 2200 del Codice Civile).

I messaggi lasciati in memoria sulla casella PEC, ma non conservati digitalmente, non sono conservati correttamente.
Applicando il processo di conservazione digitale a norma, la stampa di una PEC ne fa perdere il suo valore legale.

L’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), in risposta in merito all’obbligatorietà della Conservazione Digitale a Norma per i messaggi PEC, infatti, risponde: “Il mantenimento del valore legale nel tempo richiede il trasferimento del messaggio stesso in un idoneo sistema di conservazione.

Iscriviti alla newsletter Archivist per ricevere le news sulla Fatturazione elettronica.
mm

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Dove Siamo

Via Anna Frank, 6/A
Carpi (Modena, Italy)
P.Iva/C.Fisc. 02576660365
REA MO 313450-99
Informativa Privacy e Cookie Policy
Archivist © 2018. Tutti i diritti riservati.

Facebook
Twitter
YouTube
LinkedIn